Roma, 1° novembre. “Contro la guerra, con il Rojava”

Stop all’invasione e alla pulizia etnica del terrorista Erdogan, blocco immediato della fornitura di armi al regime turco e rottura delle relazioni diplomatiche con Ankara fino al ritiro delle truppe di invasione.

Forza di intermediazione ONU per garantire il ritorno delle Forze Democratiche Siriane.

Rimozione del PKK dalla “lista nera” europea delle organizzazioni terroriste.

Libertà immediata per il Presidente Ocalan e impegno concreto dell’Italia e dell’UE per la pace fra i popoli nell’area.

Rottura degli accordi fra Erdogan e Unione Europea in materia di immigrazione e asilo.

Per l’uscita dell’Italia dalla Nato e una politica europea di pace e cooperazione tra i popoli.

Tutte/i a Roma, ore 14.00 da Piazza della Repubblica

Con le popolazioni del Rojava per il confederalismo democratico.

Non lasciamo solo il popolo curdo. Tutte/i a Roma il 1 novembre per manifestazione nazionale