Nanaia Mahuta, la prima donna maori alla guida del ministero degli Esteri in Nuova Zelanda

La premier Jacinda Arden ha scelto proprio Nanaia Mahuta, indigena e dichiaratamente omosessuale, per rappresentare il paese.

Nanaia Mahuta è una parlamentare del collegio elettorale di Hauraki-Waikato ed è stata ministro per lo sviluppo dei Maori e ministro per il governo locale nel primo mandato del governo della Ardern che si è concluso il mese scorso.

Sono molti i primati che può vantare questa incredibile donna. Quattro anni fa, ad esempio, era stata la prima donna eletta in parlamento ad esibire un moko Kauae, il tradizionale tatuaggio sul mento, che contiene informazioni sull’ascendenza, la storia e lo stato di una persona.

Nel nuovo parlamento, a seguito della schiacciante vittoria lo scorso mese del partito laburista della premier Arden, quasi la metà dei deputati saranno donne (un dato superiore alla media globale del 25%), mentre il 10% apparterrà alla comunita Lgbtq.

Annunciando la decisione in conferenza stampa, parlando del nuovo ministro, la premieri Jacinta Arden ha dichiarato: “Nanaia ha maturato esperienza nel suo ultimo mandato. È una persona che costruisce relazioni fantastiche molto rapidamente e questo è un elemento chiave nelle relazioni estere“.