Women 20, Sabbadini: «Parità di genere sia al centro del Recovery Plan

Si è conclusa la due giorni W20 Kickoff Event che ha dato l’avvio dei lavori del Women 20, l’engagement group del G20 a presidenza italiana sulla parità di genere e l’empowerment femminile. I lavori della giornata sono stati coordinati dalla Sherpa del W20, Martina Rogato, e si sono svolti su cinque main topic. Imprenditorialità e finanza, lavoro e digitale, temi chiave ereditati dalle presidenze precedenti, la presidenza italiana ha aggiunto due ulteriori punti focali: violenza contro le donne e sostenibilità ambientale.

Le delegate internazionali, nell‘incontro on line, si sono raggruppate in stanze virtuali ed hanno iniziato la discussione che porterà alla realizzazione del documento finale che verrà presentato al Summit W20 di luglio. La Chair del W20 Linda Laura Sabbadini a margine del Kickoff si è soffermata invece sul Recovery Plan: «Questo G20 sarà ancora più importante per l’Italia che lo guiderà. É fondamentale che nel Recovery Plan al centro ci sia la parità di genere perché le donne sono state colpite più degli uomini, perché le donne hanno un tasso occupazionale molto più basso, perchè c’è bisogno di tante infrastrutture sociali. Tutti questi elementi che servono a far avanzare le donne servono anche a far avanzare il paese. La parità di genere – conclude la Sabbadini – deve essere una priorità del Recovery plan».

Nella giornata di ieri era intervenuta la Ministra delle Pari opportunità e della Famiglia,  Elena Bonetti: «Sappiamo di avere davanti a noi alcune sfide strategiche: aumentare il coinvolgimento e la partecipazione delle donne all’istruzione, in particolare per le materie Stem, l’occupazione, la vita politica e gli affari. Ciò significa, per l’Italia e per i membri del G20, affrontare la crisi sanitaria ed economica nel breve periodo ma anche guardare oltre e dare forma a una ripresa sostenibile, giusta, inclusiva e resiliente».